Adoro farmi raccontare i progetti di viaggio dai miei amici, da quelli più concreti ai sogni di una vita. E, nel caso in cui io quel viaggio lo abbia già fatto, poi corro a riguardarmi le foto ricordando con occhi sognanti le emozioni vissute. Alle volte decido anche di mettere nero su bianco i miei ricordi: ed ecco, nuovo materiale per il blog!  Vorrei tornare con te per un giorno a Myvatn, un’area vulcanica nel Nord dell’Islanda. Essendo una delle zone turistiche dell’Islanda, qui abbiamo trovato più vita in comparazione ad altre zone. Durante il nostro road trip durato 12 giorni ci siamo fermati a Myvatn per una giornata all’insegna di tappe dedicate alla natura e al relax. Pronto per rivivere i ricordi con me? Via!

Abbiamo iniziato la giornata con una soleggiata colazione sulla riva del lago di Myvatn, circondati da una calma disarmante, un panorama sulle colline circostanti e tanta gratitudine per quel semplice momento di vita. Dopo questo momento idilliaco abbiamo dato inizio all’esplorazione.

PSEUDO-CRATERI

Questi pseudo-crateri si sono formati a seguito dell’incontro della lava bollente proveniente dal sottosuolo con il freddo.
L’area è verdissima e vale la pena di una passeggiata mattutina per sgranchirsi le gambe. Unica nota negativa: i moscerini!!!

GROTAGJA

Questa grotta è uno degli stop che abbiamo aspettato da prima di partire con tantissima curiosità. Una grotta in cui le caldissime acque provenienti dal sottosuolo ribolliscono ed assumono un colore tipicamente azzurro.
Una visita tuttavia molto veloce, a causa del limitato spazio all’interno della grotta e dell’elevato numero di visitatori. Nonostante in alcuni siti sia indicata la possibilità di balneazione, non è in realtà possibile fare il bagno (o almeno non lo era a Settembre 2019).

HVERIR

Come detto sopra, la zona di Myvatn è una zona vulcanica. Il sottosuolo ribolle ed emette vapori, e nella zona di Hverir troverete un suggestivo paesaggio dai colori rossastri, hot pot a temperature elevatissime e fumi bianchissimi. La puzza di uovo che c’è nell’aria conferma il carattere vulcanico della zona e spinge purtroppo a non fermarsi a lungo. Nonostante ció, il tempo di una passeggiata e, per i piú atletici e volenterosi, di una salita sulle colline circostanti, è d’obbligo. 

Pranzo a Myvatn Lookout (posizione che potete trovare su Maps): un panorama mozzafiato sulla vallata, che da il meglio di sé in una soleggiata giornata estiva. Si possono ammirare dall’alto i vapori e le vasche di acqua azzurra, sullo sfondo il lago e le montagne. 

HAFRAGILSFOSS, DETTIFOSS E SELFOSS

Abbiamo trascorso il pomeriggio nella zona più a nord del vasto parco nazionale di Jökulsárgljúfur. Un gruppo di tre meravigliose cascate che ci hanno stupito ora dopo ora. Hafragilsfoss è raggiungibile in macchina tramite una delle tante strade sterrate che vi troverete a percorrere in Islanda. Il punto panoramico da cui ti troverai ad ammirare Hafragilsfoss ti farà pensare di essere su un drone o su un elicottero: controlla due volte se volete, ma i tuoi piedi sono saldamente a terra! Ed il panorama mozzafiato che hai davanti è reale!
Poco più in giù, lungo il corso del fiume Jökulsá á Fjöllum, troverete Dettifoss e Selfoss: per ammirarle con calma (e scattare tutte le foto che vorrai, obbligandoti comunque a smettere) servono circa 2 ore, escluso il tempo per arrivare.

MYVATN NATURE BATH

Come regalo di metà vacanza ci siamo concessi una serata di meritato relax alle terme di Myvatn: più piccole e più economiche rispetto al famoso Blue Lagoon, ma non per questo meno meritevoli. Hanno, o quanto meno avevano a Settembre 2019, anche delle offerte per studenti (controlla qui).
Tre ore immersi senza pensieri, unico obiettivo ammirare il tramonto (in un giorno sereno questo posto è fenomenale per godere di una vista mozzafiato) passando da una vasca termale all’altra. 

Per questa sessione, per un giorno a myvatn, di ricordi emozionanti è tutto. O forse no, potrei concedermi un’altra spulciatina alle foto…

SE VUOI SAPERNE DI PIÙ PUOI TROVARE QUI (IN INGLESE) I MIEI APPUNTI DI VIAGGIO
E, SE TI VA DI SEGUIRMI IN GIRO PER IL MONDO, ALLA PROSSIMA!

A presto, Silvia!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!